Caricamento Caricamento

La magia della luce

  • IEDentity
  • "In-disciplina"
  • Numero 02 - 11 Aprile 2018
Albert Elias Valcorba
  • Albert Elias Valcorba

Sequenze ipnotiche, sogni proiettati, storie inesplorate, dimensioni magiche… IED Barcelona crea spettacoli visivi unici, con installazioni effimere e videomapping proiettati su ponti, facciate o interi paesi.

People are light: che cosa accade all’interno di un fenomeno luminoso?

People are light è un progetto partecipativo che vibra, pulsa e si trasforma, dando vita a un’esperienza sensoriale unica. L’installazione, realizzata per il festival dell’illuminazione Llum BCN 2018, accolto nell’Espacio Simon 100, ha trasmesso l’esperienza della luce in microscala e ha proposto un universo separato dalla realtà mediante due spazi: un tunnel con un ingresso oscuro e misterioso e il patio dalle pareti di sale, luminoso e traslucido, in cui, grazie all’interazione degli spettatori con i sensori installati, la facciata interna dell’antica fabbrica SIMON si illuminava con diverse scene.

Il progetto è stato concepito specificamente per lo spazio da studenti dei corsi superiori in Design grafico, Design di prodotto e Design di interni, e da studenti del corso post laurea in Design di illuminazione di spazi, prendendo le mosse da un laboratorio coordinato da Raffaella Perrone, direttrice operativa del settore Design, e Michela Mezzavilla, responsabile del corso post laurea.

Lo sviluppo dell’installazione è stato reso possibile grazie alla stretta collaborazione, nata sin dalla genesi del progetto, tra IED Barcelona e FLUVIA. Gli allievi di IED Barcelona hanno lavorato direttamente con il settore di ingegneria dell’azienda, esprimendo i loro dubbi ed esponendo i vincoli del progetto in un rapporto che si è rivelato molto fecondo per entrambe le parti in gioco. L’implementazione del sistema di controllo dell’illuminazione Scena è stata la chiave per riuscire a ottenere il dinamismo dell’installazione, rendendo possibili alternanze di colori, ritmi e intensità della luce.

.

2 People are light

 

Il viaggio di Audisia

È stato ribattezzato Il viaggio di Audisia il videomapping creato dagli studenti di Visual Communication di IED Barcelona per il festival di musica elettronica VIVA! Valle d’Itria International Music Festival. Una visione-interpretazione sperimentale e alternativa della dimensione magica di Locorotondo, dove si tiene il festival, attraverso lo sguardo e la mente di un nuovo argonauta: Audisia, simbolo e icona della giovane generazione nomade europea e dei grandi festival di musica elettronica.

La musica del videomapping è stata creata da Ylia, nome d’arte di Susana Hernández Pulido, musicista, produttrice, DJ e docente di IED Barcelona. Il progetto ha reso omaggio alle tradizioni del passato, del presente e del futuro di questo bel territorio, ed è stato realizzato secondo una prospettiva creativa che porta a un risultato poco convenzionale.

 

Borders

La realtà dei rifugiati è al momento uno dei temi che preoccupa maggiormente la popolazione mondiale. Le ingiustizie che subiscono e le condizioni in cui queste persone versano fuori dai loro Paesi di origine sono alcuni dei problemi trattati dagli studenti del corso di Visual Communication di IED Barcelona e di IED Firenze nel videomapping Borders, presentato durante le festività natalizie a Ponte Vecchio, a Firenze, in occasione del festival F-Light. L’icona del Rinascimento è diventata così la tela di un progetto che esplorava il concetto di frontiere nel mondo attuale e i legami tra persone, città e culture.