Caricamento Caricamento

Magdalena grande. Donde il Caribe encuentra Colombia

  • IEDentity
  • "Around the world"
  • Numero 07 - 15 novembre 2018
Monica Scanu
  • Monica Scanu

IED Cagliari è finalista per un progetto finanziato dal fondo di cooperazione svizzero Swiss Contact, che insieme a iNNpulsa Colombia gestisce il programma Colombia más competitiva.

IED Cagliari è tra i finalisti con un’idea per la riqualificazione di una miniera di carbone in Colombia che dovrà diventare un’attrazione turistica. Un progetto importante nato da uno spunto di Paola Locci, originaria di Desulo e consulente di strategie della società Pars Construens, che da anni fa la spola tra Spagna, Sardegna e Colombia. Il progetto è basato sull’idea di mettere insieme la cultura sarda e quella colombiana, ed è stato sin da subito accolto con entusiasmo e con grande curiosità.

Abbiamo raccontato a Paola i progetti di IED Cagliari più fortemente legati al territorio e alla contemporaneizzazione dell’artigianato e le abbiamo parlato di altri casi studio che hanno visto protagonisti docenti IED, i quali hanno interpretato la cultura artigianale sarda e, in alcuni casi, proposto nuovi prodotti o capsule collection. È il caso delle collezioni di mobili e oggetti di arredo Sardiska e Sulcis Lab, seguite da Annalisa Cocco, coordinatrice del corso di Product Design, della Cucina Leggera di Stefano Carta Vasconcellos, nonché di prodotti più esplicitamente pensati per il mercato, come CòRBULAS & PIBIòNES del docente IED Pierluigi Piu.

È nata così l’idea di lavorare a un progetto condiviso, e innanzitutto di proporre all’European Day di Bucaramanga, una cittadina nel cuore della Colombia, nel dipartimento di Santander, una presentazione in cui fossero evidenti le specificità della Sardegna dal punto di vista delle culture autoctone e delle tradizioni artigianali.

All’evento hanno partecipato circa 200 persone, fra cui tutti i rappresentanti delle camere di commercio di Colombia ed Ecuador; i presidenti delle varie regioni e province coinvolte in questa prima fase del progetto; i rappresentanti di CAINCO, il consorzio delle camere di commercio latine, responsabili di amministrare i fondi dell’Unione Europea e di altre istituzioni internazionali; i rappresentanti dell’Unione Europea in Colombia ed Ecuador; le Camere di Commercio italo-colombiana e colombo-olandese e la direttrice di SEQUA, entità tedesca garante della metodologia dei progetti AL-Invest. Insieme a loro un’ampia rappresentanza di imprenditori colombiani.

Dopo aver visto la presentazione del progetto, Hilda Lubo Gutiérrez, vicepresidente della Camera di Commercio ha affermato: “Noi vogliamo essere come la Sardegna”. 

Secondo Paola LocciTra Sardegna e Colombia ci sono molte similitudini e loro si sono identificati nei nostri progetti. Il loro obiettivo è costruire una destinazione per viaggiatori che cercano autenticità e bellezza. Questo è un territorio magico che ha una lunghissima storia da raccontare”.

Sulla scia di queste suggestioni Paola Locci e IED Cagliari sono stati chiamati come esperti per partecipare a una call indetta dalle tre camere di commercio di Guajira, Santa Marta e Cesar e invitati a elaborare un progetto che proponga un’esperienza turistica autentica e valorizzi la regione di Guajira come destinazione turistica da proporre a un target preciso. Un peso importante nell’ambito di questo progetto è dato al trasferimento di know how legato al design e all’utilizzo di tecnologie da applicare all’artigianato locale, nonché alla creazione di una “Bibbia” narrativa, che sfrutti le competenze strategiche e progettuali di IED.

Il progetto con cui IED Cagliari e Paola Locci si sono presentati è Magdalena grande. Donde il Caribe encuentra Colombia. Siamo arrivati in finale insieme ad altre tre proposte, e verranno finanziati due progetti. Conosceremo l’esito nel mese di ottobre. Siamo in attesa!” 

Autrice: Monica Scanu